Questo il programma:

  • Ore 18.15: Santa Messa e Processione del Corpus Domini
  • Ore 19.45: Cena insieme (pizza)
  • dalle ore 21 alle ore 22: Momento di Gioco insieme

Durante il gioco :
– Ore 21.00: presentazione del Gruppo ADO 2018-‘19 ai preADO di 3°media
– Ore 21.30: presentazione del Gruppo 18/19enni 2018-‘19 agli ADO 3°superiore
– Ore 22.00: presentazione del Gruppo Giovani 2018-‘19 ai ragazzi di 5°superiore

Qui il volantino:

Volantino Domenica 3 Giugno 2018

page1image3697888page1image3698304

Per costruire insieme la Regola di Vita che verrà consegnata all’inizio del nuovo anno pastorale nelle mani dell’Arcivescovo:

  • 9:30              ritrovo in oratorio Castronno
  • 10:00-11:30: introduzione alla Regola di Vita
  • 11:30            spostamento a Casciago
  • Pranzo al sacco
  • 14:00-14:30 spiegazione del Battistero
  • 14:30-16:00 stesura del Credo
  • 16:00           rientro a casa

Carissimi diciottenni e giovani,

Nella lettura tratta dagli Atti degli Apostoli abbiamo ascoltato il racconto della venuta dello Spirito sugli apostoli, secondo la narrazione di Luca. Il Risorto effonde il suo Spirito per guidare la Chiesa. Questo dono crea unità e comunione. Tutti i popoli si ritrovano uniti a Gerusalemme e comprendono tutti lo stesso linguaggio; i discepoli sono riuniti nel cenacolo e lo Spirito rafforza i loro vincoli di unità. La Chiesa è un corpo solo, pur nella diversità dei suoi membri, dei carismi e dei ministeri. C’è un solo Spirito che tutto anima. Abbiamo fiducia nell’azione potente dello Spirito? Crediamo che lo Spirito guida oggi la nostra vita e dalla sua azione potente dipende la nostra crescita spirituale?

Dice Padre Raniero Cantalamessa: “Vuoi tu ricevere lo Spirito Santo? Ti senti debole e desideri essere rivestito di potenza dall’alto? Ti senti tiepido e vuoi essere riscaldato? Arido e vuoi essere irrigato? Scontento e vuoi essere rinnovato? Prega, prega, prega. Che nella tua bocca non si spenga mai il sommesso grido: vieni, Spirito Santo… Spirito di Dio scendi su di me, fondami, plasmami, riempimi, usami…”

Nella nostra vita spirituale spesso constatiamo che invece di crescere caliamo di tono! Perché? Perché manca la docilità allo Spirito Santo, non ci mettiamo ogni giorno sotto la sua luce e non seguiamo le sue ispirazioni buone!

Per noi è sempre Pasqua. Cristo risorto è sempre vivo in mezzo a noi. Se è sempre Pasqua, vuol dire che è sempre primavera: quella primavera dello Spirito che fa nuove tutte le cose.

 

Buona Settimana

Don Danilo

 

 

Per partecipare è necessario iscriversi dai referenti OFE 2018 del proprio Oratorio entro Mercoledì 16.5 versando il contributo per il bus di 10 euro;

– ore 16:45, partenza da Piazza Falcone e Borsellino, Carnago

– ore 18, arrivo in piazza Duomo, cena al sacco o libera

– ore 19, in Piazza del Duomo Animazione e Presentazione
della proposta AllOpera

– ore 20.30, benvenuto all’Arcivescovo Mario Delpini, festa di lancio dell’Oratorio estivo 2018, Preghiera di Mandato agli Animatori

– ore 21.30, conclusione e partenza in bus

– ore 23 circa, arrivo in piazza Falcone e Borsellino, Carnago

Carissimi 18/19enni e giovani,

nel Vangelo della VI Domenica di Pasqua Gesù non nasconde ai suoi discepoli, e nemmeno a noi oggi, che i giorni che avremmo attraversato, non sarebbero stati esenti da difficoltà (che storia di vita sarebbe stata?). Prima non ne aveva mai parlato in modo così esplicito perché a sostenere i discepoli c’era lui con il coraggio che veniva loro dai suoi occhi e dalla sua voce. Ora chiede a loro gli occhi per scorgere la presenza di Dio, non più accanto, ma dentro di loro, la presenza dello Spirito; anche nei giorni in cui qualcuno potrà pensare: “Ma ne vale la pena? Ma possiamo ancora affidarci, per le nostre scelte, al vangelo?”. A volte possono far capolino anche in noi queste domande sull’affidabilità concreta della strada che Gesù ha aperto. Ma Gesù, che conosce il cuore dei discepoli, conosce anche la loro fragilità verso una fuga che avverrà tra non molte ore ed è anche per questo che dice loro che a sostenerli e a confermarli nella loro adesione a lui e al suo messaggio, ci sarà un altro, non accanto ma dentro di loro, lo Spirito Santo, che lui manderà dal Padre, lo Spirito della verità: uno Spirito contro le grandi Ipocrisie, contro le grandi Menzogne. In questo senso è esemplare la vicenda di Paolo: all’origine della sua conversione e missione sta l’iniziativa di Dio: “Io sono Gesù che tu perseguiti, ma ora alzati e sta in piedi”. Paolo nella lettera ai Corinzi, quando celebra la grazia e non le sue personali capacità scrive: “Ultimo fra tutti apparve anche a me come a un aborto. Per grazia di Dio, però, sono quello che sono, e la sua grazia in me non è stata vana. Anzi ho faticato più di tutti loro, non io però, ma la grazia di Dio che è in me”. E’ Impressionante questo insistente richiamo alla parola “grazia” perché ci fa capire che siamo lontani da una benché minima ombra di vanagloria personale. E’ tutto un altro Dio, quello che siamo chiamati a testimoniare con gesti e parole. Ce ne conceda la grazia e la forza il Signore!

Buona settimana

dSte